beepop fest | 2-3-4 luglio



beepop fest è il festival coprodotto dal community hub di via Foligno 14, uno spazio ibrido e plurale dove si producono idee e comunità.


Un appuntamento culturale di tre giorni pensato per arricchire l’offerta locale e cittadina attraverso l’arte urbana, la sostenibilità ambientale e la partecipazione con una proposta di workshop tematici, mostre, proiezioni e performance aperte a tutti.


beepop fest è realizzato con il patrocinio della Circoscrizione 5.



beepop fest | PROGRAMMA


venerdì 2 luglio

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

19:00 | Aperitivo beepop // Fonderie Ozanam

21:30 | Proiezione Impa la città di Diego Scarponi (Argentina, Italia, 2020, 85')


sabato 3 luglio

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

14:30-18:30 | Workshop di longboard // Longboard Crew Italia

15:00-16:30 | Workshop di apicoltura // Ass. Parco del Nobile

15:00-18:00 | Workshop di riuso e upcycling nell’arredamento // Atelier Ozanam

15:00-18:00 | Workshop di upcycling sartoriale // Doubless21


17:00-19:00 | Tour di street art // SAT_Street Art TOuRINO

17:00-18:00 | Tour alla scoperta dell’ortoalto // Ass. Parco del Nobile


18:00-19:00 | Moda Circolare: talk + presentazione capi riformati // Atelier Riforma


19:00 | Installazione performance di street art // BR1

19:00 | Inaugurazione mostra Il venditore di felicità di Marco Somà

19:00 | Inaugurazione mostra L’infinito di Marco Somà


19:00 | Proiezioni Ortometraggi // Associazione Gomboc


19:00 | dj set Daddy_All U Can Beat + Aperitivo beepop // Fonderie Ozanam


domenica 4 luglio

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

14:30-16:00 | Workshop di illustrazione Il venditore di felicità // Marco Somà

16.30-18:00 | Workshop di illustrazione L’infinito // Marco Somà

15:00-17:00 | Workshop di autoproduzione di tinture madri e oleoliti // Officina Selvatica 17:00-19:00 | Workshop di autoproduzione di un sapone // Officina Selvatica

15:00-18:00 | Workshop di riuso e upcycling nell’arredamento // Atelier Ozanam

15:00-18:00 | Workshop di upcycling sartoriale // Doubless21


17:00-19:00 | Tour di street art // SAT_Street Art TOuRINO


19:00 | Installazione performance di street art // BR1

19:00 | Mostra Il venditore di felicità di Marco Somà

19:00 | Mostra L’infinito di Marco Somà


19:00 | musica live/dj set + Aperitivo beepop // Fonderie Ozanam | dalle 18.30



PROGRAMMA dettagliato


venerdì 2 luglio

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

19:00 | Aperitivo beepop // Fonderie Ozanam


21:30 | Proiezione Impa la città di Diego Scarponi (Argentina, Italia, 2020, 85')

Nata tra la fine degli anni ’20 e i primi anni ’30 del ’900 per la produzione di aerei, biciclette e rotoli di alluminio, IMPA oggi è la più antica fabbrica “recuperata” di Buenos Aires, occupata nel 1998 e gestita direttamente dai lavoratori per impedirne il fallimento e la chiusura. Si tratta di un’esperienza politica e di un “grande sogno collettivo” perché lo stabilimento ha aperto le sue porte ad attività sociali, culturali e ricreative: una radio autogestita, una televisione comunitaria, una scuola, un museo, quattro compagnie teatrali e numerose attività sociali, sportive ed artistiche.

Dopo il film incontro con il regista Diego Scarponi.

Diego Scarponi (Savona, 1976) si è laureato in Comunicazione multimediale all'Università

di Torino, la sua formazione come filmmaker comincia con il movimento Telestreet, ed esordisce nel 2010 con Working Class Heroes.

L'età del ferro (2013), prodotto con la società da lui fondata Gargagnàfilm è ambientato nello stabilimento dell'acciaieria Ilva di Savona, viene presentato fuori concorso ai Film Festival di Mantova e Genova. L'anno successivo realizza Memoria fossile, e nel 2015 Alfabeto Camallo. Noi eravamo tutto. Shadows of Endurance (2016), girato in Kentucky a partire da America profonda di Alessandro Portelli, è stato selezionato all'International Film Festival di Beirut. Attualmente sta lavorando a due documentari: il lungo Fantasmi a Ferrania (sull'unica fabbrica italiana di pellicola fotosensibile) e il corto Maccaja (sulla strategia della tensione). All'Università di Genova, Scarponi coordina il Laboratorio Audiovisivi Buster Keaton.


Gratuito con prenotazione obbligatoria.

Posti limitati

PRENOTA!



sabato 3 luglio

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

19:00 | Installazione performance di street art // BR1

Attraverso specifici interventi nello spazio urbano, realizzati principalmente con manifesti e installazioni, l'artista italiano BR1 critica l'effetto di massa della pubblicità commerciale sull'identità delle donne e dei migranti dell'area mediterranea. Il suo impegno sociale si sviluppa attraverso la paradossale combinazione di evocativi simboli culturali occidentali e mediorientali. Una profonda attenzione è stata rivolta al velo islamico, inteso come divisione tra le due culture.

BR1, (Locri, 1984) è uno street artist. Si è formato da autodidatta e dal 2003 vive a Torino. Da più di 10 anni è attivo sulla scena della street art internazionale, mettendo al centro del suo lavoro il tema dei confini, delle migrazioni, delle analogie che accomunano i diversi popoli del Mediterraneo. Iconici i suoi poster di “donne velate”, applicati negli spazi pubblici sopra cartelloni pubblicitari.

Il suo lavoro si basa principalmente su azioni effimere nel contesto urbano, realizzate quasi sempre in modo spontaneo e off limits. BR1 ha partecipato a vari festival internazionali di arte pubblica e azioni pubblicitarie, tra cui "Street art doping", Varsavia (2012) e "Brandalism", Londra, Inghilterra (2013). Tra le sue ultime mostre personali e collettive: Integration/disintegration, Open Walls Gallery, Berlino Germania (2013); Donne tra, Parco Culturale Fondazione FARM, Favara Italia (2013); Public Arena, Associazione Barriera, Torino Italia (2013).



19:00 | Inaugurazione Mostra Il venditore di felicità di Marco Somà

La felicità non si può vendere né comprare. E allora dove si trova? Cos’è che si diceva un tempo? Nelle piccole cose?

In mostra le tavole illustrate da Marco Somà per il libro “il venditore di felicità” scritto da Davide Calì (2018, Kite edizioni).


Marco Somà lavora come illustratore di libri per ragazzi, è docente di illustrazione e svolge attività di laboratorio con i bambini. I suoi libri sono stati pubblicati da diverse Case Editrici in Italia e all'estero. Nel 2015 ha ricevuto il "Premio Emanuele Luzzati- Gigante delle Langhe" per le illustrazioni dell'albo "La regina delle rane non può bagnarsi i piedi" edito da Kite Edizioni e il 1° Premio "Giovanni Arpino" per le illustrazioni del libro Robot: catalogo raccontato dei principali avatar servo robot per ragazzi e bambini" scritto da Bruno Tognolini ed edito da Rizzoli. Ha ricevuto il Premio Toppi dell'Annual Autori di Immagini '19, il 2° Premio al Concorso illustratori del Premio Letteratura Ragazzi di Cento e il Premio Andersen Miglior Illustratore 2019.


19:00 | Inaugurazione Mostra L’infinito di Marco Somà

Si può chiudere l'infinito in una bottiglia, in una scatola, in un recinto? No, ma lo si può cantare e consegnare al futuro in quindici endecasillabi sciolti.

In mostra le illustrazioni di Marco Somà per una preziosa edizione de “L’infinito”, la più famosa lirica di Giacomo Leopardi, per celebrare i 200 anni dalla composizione (2020, Einaudi Ragazzi).


Marco Somà lavora come illustratore di libri per ragazzi, è docente di illustrazione e svolge attività di laboratorio con i bambini. I suoi libri sono stati pubblicati da diverse Case Editrici in Italia e all'estero. Nel 2015 ha ricevuto il "Premio Emanuele Luzzati- Gigante delle Langhe" per le illustrazioni dell'albo "La regina delle rane non può bagnarsi i piedi" edito da Kite Edizioni e il 1° Premio "Giovanni Arpino" per le illustrazioni del libro Robot: catalogo raccontato dei principali avatar servo robot per ragazzi e bambini" scritto da Bruno Tognolini ed edito da Rizzoli. Ha ricevuto il Premio Toppi dell'Annual Autori di Immagini '19, il 2° Premio al Concorso illustratori del Premio Letteratura Ragazzi di Cento e il Premio Andersen Miglior Illustratore 2019.


14:30-18:30 | Workshop di longboard // Longboard Crew Italia

Un pomeriggio dedicato a bambinə e ragazzə dai 6 anni in su per sperimentare la disciplina del longboard skate nel cortile di beeozanam.


Longboard Crew Italia associazione sportiva dilettantistica, fondata nel 2015, si propone di promuovere e diffondere la disciplina del longboard skate, in tutte le sue forme, all’interno del territorio nazionale tramite l’organizzazione di corsi, eventi promozionali, gare e progetti pubblici rivolti all’intera comunità.


Costo: 6 euro

Max 25 bambini

PRENOTA!


15:00-16:30 | Workshop di apicoltura // Ass. Parco del Nobile

Un pomeriggio dedicato al mondo delle api e dell'apicoltura. Un apicoltore e naturalista ci accompagnerà nel viaggio, partendo dalla biodiversità e dalla vita sociale delle api, per poi proseguire verso la cura e la gestione di un alveare ed i prodotti delle api: miele, cera, polline e propoli. Il percorso prevede la visita in apiario in completa sicurezza e una degustazione di miele.


Davide Lobue è un naturalista che dal 1997 si occupa di percorsi educativi e sensibilizzazione ambientale e dal 2004 di apicoltura e didattica.

E’ il presidente dell'Associazione Parco del Nobile, associazione di promozione sociale che dal 2005 si occupa di educazione ambientale nelle scuole su tematiche quali la biodiversità, gli orti scolastici e l'apicoltura biologica ed urbana.


Costo: 6 euro

Max 15 persone, bambini accompagnati da adulti

PRENOTA!


15:00-18:00 | Workshop di riuso e upcycling nell’arredamento // Atelier Ozanam

Un mobile vintage ha una storia, prende polvere, si modifica con il tempo. Si evolve, invecchia con noi. Ha un odore. Evoca un ricordo, un momento particolare della nostra vita.

Durante questo workshop impareremo a rilanciare questi vecchi arredi, adattandoli alle nuove tendenze del design creando una saldatura tra epoche, stili di vita e idee.

Cosa serve? Un arredo di dimensioni ridotte come ad esempio una sedia, uno sgabello o un tavolino.

Materiali e attrezzi saranno messi a disposizione dei partecipanti.

Si consiglia di indossare vestiti adeguati, sapendo che di potervi sporcare parecchio!


Daniele Passarella è un designer di Torino. Crea Atelier Ozanam per restaurare e personalizzare mobili vintage anche su commissione. Ama tutto ciò che racconta una storia, una vita passata: “mi piace pensare di essere un mezzo secondo cui la storia rimane e l'aspetto si trasforma.”


Costo: 30 euro

Min: 5 persone - Max: 8 persone

PRENOTA!


15:00-18:00 | Workshop di upcycling sartoriale // Doubless21


Workshop di upcycling sartoriale con Doubless21.

L’upcycling riutilizza/ricondiziona, oggetti e materiali scartati, in modo tale da creare un prodotto di qualità o valore differente all’originale.

Durante il workshop sarà possibile portare un abito che si vuole riformare, mandando due foto dell'indumento/i scelto/i con una breve spiegazione dell'idea che si vuole realizzare a doubless2021@gmail.com

Oppure, grazie alla collaborazione con Atelier Riforma che metterà a disposizione dei partecipanti stoffe e materiali recuperati, realizzare un accessorio personalizzato.

Il laboratorio è aperto a tutti.

Se lo si possiede portare kit da cucito.


Doubless21 è un contenitore creativo dove l’abito o l’accessorio oltre ad essere un indumento serve a riflettere un modo di essere, un comportamento, un’attitudine.

La propria creatività racconta la nostra unicità.

Costo: 12 euro

Min: 5 persone - Max: 15 persone

PRENOTA!


18:00-19:00 | Moda Circolare: talk + presentazione capi riformati // Atelier Riforma

Mai sentito parlare di Moda Circolare?

Talk sul problema dell'impatto ambientale della moda con presentazione capi "riformati", frutto di upcycling di indumenti second-hand. Possibilità di vedere e acquistare i capi presentati.


Atelier Riforma è una startup innovativa a vocazione sociale che ha l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale del settore della moda attraverso l’economia circolare e la creatività sartoriale, sensibilizzando ad un consumo consapevole e aiutando le fasce più in difficoltà della popolazione. Grazie a una rete di realtà sartoriale, gli abiti usati vengono trasformati e prendono nuova vita!


Ingresso libero fino ad esaurimento posti.


17:00-19:00 | Tour di street art // SAT_Street Art TOuRINO

Una passeggiata immersi nelle opere di street art da Parco Dora a Borgata Tesso per terminare presso gli spazi di beeozanam, ex-complesso industriale dall'originale architettura oggetto di un recente restyling all’insegna della street art.

Alla scoperta delle opere che hanno regalato un nuovo volto ai quartieri di Borgata Tesso e Borgo Vittoria con finale nel verde dell’ortoalto di beeozanam per ammirare le opere d'arte realizzate da Tellas e Giulio Vesprini e assistere alla performance dell’artista BR1.


SAT è un progetto dell’Associazione Culturale Pigmenti e intende raccontare l'evoluzione delle opere di strada e la storia degli artisti che le hanno realizzate. Si tratta di un’esperienza urbana rivolta sia agli amanti sia ai neofiti del muralismo.


Costo: 10 euro

Posti limitati, max 15 persone

Per info: streetartourtorino@gmail.com

PRENOTA!


17:00-18:00 | Tour alla scoperta dell’ortoalto // Ass. Parco del Nobile

Visita all'ortoalto per scoprire come è stato realizzato un orto a basso impatto ambientale sul tetto, con spunti ed approfondimenti su realizzazione e cura di un orto sul balcone: il substrato, le piante e le consociazioni principali.


Davide Lobue è un naturalista che dal 1997 si occupa di percorsi educativi e sensibilizzazione ambientale e dal 2004 di apicoltura e didattica.

E’ il presidente dell'Associazione Parco del Nobile, associazione di promozione sociale che dal 2005 si occupa di educazione ambientale nelle scuole su tematiche quali la biodiversità, gli orti scolastici e l'apicoltura biologica ed urbana


Gratuito con prenotazione obbligatoria.

Posti limitati, max 15 persone

PRENOTA!


19:00 | Proiezioni Ortometraggi // Associazione Gomboc

Nella serata verranno proiettati i cortometraggi della Terra di Ortometraggi Film Festival a cura di Gomboc. Una selezione di documentari, animazioni e fiction che racconta il rapporto dell'uomo con la natura, tratti dall'edizione 2020 di Ortometraggi Film Festival.


Ingresso libero.


19:00 | musica dal vivo/dj set + Aperitivo beepop // Fonderie Ozanam



domenica 4 luglio

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

19:00 | Installazione performance di street art // BR1

Attraverso specifici interventi nello spazio urbano, realizzati principalmente con manifesti e installazioni, l'artista italiano BR1 critica l'effetto di massa della pubblicità commerciale sull'identità delle donne e dei migranti dell'area mediterranea. Il suo impegno sociale si sviluppa attraverso la paradossale combinazione di evocativi simboli culturali occidentali e mediorientali. Una profonda attenzione è stata rivolta al velo islamico, inteso come divisione tra le due culture.

BR1, (Locri, 1984) è uno street artist. Si è formato da autodidatta e dal 2003 vive a Torino. Da più di 10 anni è attivo sulla scena della street art internazionale, mettendo al centro del suo lavoro il tema dei confini, delle migrazioni, delle analogie che accomunano i diversi popoli del Mediterraneo. Iconici i suoi poster di “donne velate”, applicati negli spazi pubblici sopra cartelloni pubblicitari.

Il suo lavoro si basa principalmente su azioni effimere nel contesto urbano, realizzate quasi sempre in modo spontaneo e off limits. BR1 ha partecipato a vari festival internazionali di arte pubblica e azioni pubblicitarie, tra cui "Street art doping", Varsavia (2012) e "Brandalism", Londra, Inghilterra (2013). Tra le sue ultime mostre personali e collettive: Integration/disintegration, Open Walls Gallery, Berlino Germania (2013); Donne tra, Parco Culturale Fondazione FARM, Favara Italia (2013); Public Arena, Associazione Barriera, Torino Italia (2013).


19:00 | Mostra Il venditore di felicità di Marco Somà

La felicità non si può vendere né comprare. E allora dove si trova? Cos’è che si diceva un tempo? Nelle piccole cose?

In mostra le tavole illustrate da Marco Somà per il libro “il venditore di felicità” scritto da Davide Calì (2018, Kite edizioni).


Marco Somà lavora come illustratore di libri per ragazzi, è docente di illustrazione e svolge attività di laboratorio con i bambini. I suoi libri sono stati pubblicati da diverse Case Editrici in Italia e all'estero. Nel 2015 ha ricevuto il "Premio Emanuele Luzzati- Gigante delle Langhe" per le illustrazioni dell'albo "La regina delle rane non può bagnarsi i piedi" edito da Kite Edizioni e il 1° Premio "Giovanni Arpino" per le illustrazioni del libro Robot: catalogo raccontato dei principali avatar servo robot per ragazzi e bambini" scritto da Bruno Tognolini ed edito da Rizzoli. Ha ricevuto il Premio Toppi dell'Annual Autori di Immagini '19, il 2° Premio al Concorso illustratori del Premio Letteratura Ragazzi di Cento e il Premio Andersen Miglior Illustratore 2019.


19:00 | Mostra L’infinito di Marco Somà

Si può chiudere l'infinito in una bottiglia, in una scatola, in un recinto? No, ma lo si può cantare e consegnare al futuro in quindici endecasillabi sciolti.

In mostra le illustrazioni di Marco Somà per una preziosa edizione de “L’infinito”, la più famosa lirica di Giacomo Leopardi, per celebrare i 200 anni dalla composizione (2020, Einaudi Ragazzi).


Marco Somà lavora come illustratore di libri per ragazzi, è docente di illustrazione e svolge attività di laboratorio con i bambini. I suoi libri sono stati pubblicati da diverse Case Editrici in Italia e all'estero. Nel 2015 ha ricevuto il "Premio Emanuele Luzzati- Gigante delle Langhe" per le illustrazioni dell'albo "La regina delle rane non può bagnarsi i piedi" edito da Kite Edizioni e il 1° Premio "Giovanni Arpino" per le illustrazioni del libro Robot: catalogo raccontato dei principali avatar servo robot per ragazzi e bambini" scritto da Bruno Tognolini ed edito da Rizzoli. Ha ricevuto il Premio Toppi dell'Annual Autori di Immagini '19, il 2° Premio al Concorso illustratori del Premio Letteratura Ragazzi di Cento e il Premio Andersen Miglior Illustratore 2019.


14:30-16:00 | Workshop di illustrazione Il venditore di felicità // Marco Somà

Il signor Piccione a chi consegnerà la felicità in barattolo?

Guidati dall’illustratore, i bambini daranno forma ad una nuova pagina del libro.

Per fare questo, i bambini dovranno pescare da due barattoli, un paio di bigliettini. Su questi troveranno un particolare di un animale, e il dettaglio di una abitazione.

Aiutati da una serie di fotografie dovranno scoprire a quale animale e a quale casa appartengono. A questo punto, prendendo spunto dalle fotografie, con carta, matita e colori dovranno creare la casa e il suo piccolo abitante che riceverà la visita del Signor Piccione, “Il venditore di felicità”. “Ma attenzione! La felicità non è dove tutti credono che sia. E allora dove si trova? Cos’è che si diceva un tempo? Nelle piccole cose?”

Tutti i materiali saranno forniti da beeozanam


Marco Somà lavora come illustratore di libri per ragazzi, è docente di illustrazione e svolge attività di laboratorio con i bambini. I suoi libri sono stati pubblicati da diverse Case Editrici in Italia e all'estero. Nel 2015 ha ricevuto il "Premio Emanuele Luzzati- Gigante delle Langhe" per le illustrazioni dell'albo "La regina delle rane non può bagnarsi i piedi" edito da Kite Edizioni e il 1° Premio "Giovanni Arpino" per le illustrazioni del libro Robot: catalogo raccontato dei principali avatar servo robot per ragazzi e bambini" scritto da Bruno Tognolini ed edito da Rizzoli. Ha ricevuto il Premio Toppi dell'Annual Autori di Immagini '19, il 2° Premio al Concorso illustratori del Premio Letteratura Ragazzi di Cento e il Premio Andersen Miglior Illustratore 2019.


costo: 10 euro

dai 6 ai 12 anni

Max 15 bambinə

PRENOTA!


16.30-18:00 | Workshop di illustrazione L’infinito // Marco Somà

Si può chiudere l’infinito in una bottiglia, in una scatola, in un recinto? No, ma lo si può sciogliere, celebrare, cantare, intrappolare e consegnare al futuro in 15 endecasillabi immortali.

Ognuno ha la sua siepe, un luogo nel quale stare da solo e lasciare che l’immaginazione si muova liberamente nel tempo e nello spazio. Non sappiamo se quell’infinito esista realmente, eppure ci piace provare a immaginarlo...

Forse la tua “siepe” la stai stringendo tra le mani. Nello spazio finito della pagina... un luogo d’accesso al tuo splendido naufragio.

Durante questo laboratorio creativo, verranno fornite ai bambini delle immagini più o meno note (fotografie artistiche e pitture).

Queste immagini avranno la particolarità di essere riprodotte solo parzialmente, lasciando buona parte del foglio bianco.

Proprio come la siepe che, per Leopardi, non costituisce un ostacolo, ma un incentivo ad immaginare una realtà meravigliosa al di là di essa, così il taglio particolare delle fotografie dovrà invitare i bambini a “completare” le figure mettendo in moto la propria immaginazione, creando così qualcosa di nuovo, unico e inaspettato.


Marco Somà lavora come illustratore di libri per ragazzi, è docente di illustrazione e svolge attività di laboratorio con i bambini. I suoi libri sono stati pubblicati da diverse Case Editrici in Italia e all'estero. Nel 2015 ha ricevuto il "Premio Emanuele Luzzati- Gigante delle Langhe" per le illustrazioni dell'albo "La regina delle rane non può bagnarsi i piedi" edito da Kite Edizioni e il 1° Premio "Giovanni Arpino" per le illustrazioni del libro Robot: catalogo raccontato dei principali avatar servo robot per ragazzi e bambini" scritto da Bruno Tognolini ed edito da Rizzoli. Ha ricevuto il Premio Toppi dell'Annual Autori di Immagini '19, il 2° Premio al Concorso illustratori del Premio Letteratura Ragazzi di Cento e il Premio Andersen Miglior Illustratore 2019.


costo: 10 euro

dai 6 ai 12 anni

Max 15 bambinə

PRENOTA!


15:00-17:00 | Workshop di autoproduzione di tinture madri e oleoliti // Officina Selvatica

Il workshop consiste nel fornire una panoramica sull’autoproduzione di tinture madri, oleoliti ed oli essenziali per prendersi cura del proprio corpo.


Roberto Dipaola. Birraio con 15 anni di esperienza nella trasformazione di prodotti naturali, ha passato gli ultimi 5 anni ad approfondire le tecniche di trasformazione, conservazione ed estrazione di prodotti ricavati dalla raccolta di erbe spontanee, gemme, frutti e cereali. Appassionato di distillazione e fitoallimurgia.


Materiali ed attrezzature per la dimostrazione sono a carico di Officina Selvatica. Per motivi di sicurezza delle persone (calore, fiamma e soda caustica), la parte pratica verrà effettuata dai tutor a scopo dimostrativo.


Costo: 10 euro

Min: 8 persone - Max: 12 persone

PRENOTA!


17:00-19:00 | Workshop di autoproduzione di un sapone // Officina Selvatica

Autoprodurre è una delle forme rivoluzionarie personali più immediate e divertenti. Scopri come fare un sapone per il corpo attraverso una panoramica sui principi della saponificazione e la scelta delle materie prime. Con questo corso non sarete solo in grado di creare saponi profumati per corpo e viso ma anche di migliorare le abitudini quotidiane in un'ottica di risparmio e della sostenibilità.


Claudia Giovenco, è appassionata di orticultura naturale, di autoproduzioni e produzione di saponi e detersivi per la casa.


Materiali ed attrezzature per la dimostrazione sono a carico di Officina Selvatica. Per motivi di sicurezza delle persone (calore, fiamma e soda caustica), la parte pratica verrà effettuata dai tutor a scopo dimostrativo.


Costo: 10 euro

Min: 8 persone - Max: 12 persone

PRENOTA!


15:00-18:00 | Workshop di riuso e upcycling nell’arredamento // Atelier Ozanam

Un mobile vintage ha una storia, prende polvere, si modifica con il tempo. Si evolve, invecchia con noi. Ha un odore. Evoca un ricordo, un momento particolare della nostra vita.

Durante questo workshop impareremo a rilanciare questi vecchi arredi, adattandoli alle nuove tendenze del design creando una saldatura tra epoche, stili di vita e idee.

Cosa serve? Un arredo di dimensioni ridotte come ad esempio una sedia, uno sgabello o un tavolino.

Materiali e attrezzi saranno messi a disposizione dei partecipanti.

Si consiglia di indossare vestiti adeguati, sapendo che di potervi sporcare parecchio!


Daniele Passarella è un designer di Torino. Crea Atelier Ozanam per restaurare e personalizzare mobili vintage anche su commissione. Ama tutto ciò che racconta una storia, una vita passata: “mi piace pensare di essere un mezzo secondo cui la storia rimane e l'aspetto si trasforma.”


Costo: 30 euro

Min: 5 persone - Max: 8 persone

PRENOTA!


15:00-18:00 | Workshop di upcycling sartoriale // Doubless21


Workshop di upcycling sartoriale con Doubless21.

L’upcycling riutilizza/ricondiziona, oggetti e materiali scartati, in modo tale da creare un prodotto di qualità o valore differente all’originale.

Durante il workshop sará possibile portare un abito che si vuole riformare, mandando due foto dell'indumento/i scelto/i con una breve spiegazione dell'idea che si vuole realizzare a doubless2021@gmail.com

Oppure, grazie alla collaborazione con Atelier Riforma che metterà a disposizione dei partecipanti stoffe e materiali recuperati, realizzare un accessorio personalizzato.

Il laboratorio è aperto a tutti.

Se lo si possiede portare kit da cucito.


Doubless21 è un contenitore creativo dove l’abito o l’accessorio oltre ad essere un indumento serve a riflettere un modo di essere, un comportamento, un’attitudine.

La propria creatività racconta la nostra unicità.

Costo: 12 euro

Min: 5 persone - Max: 15 persone

PRENOTA!


17:00-19:00 | Tour di street art // SAT_Street Art TOuRINO

Una passeggiata immersi nelle opere di street art da Parco Dora a Borgata Tesso per terminare presso gli spazi di beeozanam, ex-complesso industriale dall'originale architettura oggetto di un recente restyling all’insegna della street art.

Alla scoperta delle opere che hanno regalato un nuovo volto ai quartieri di Borgata Tesso e Borgo Vittoria con finale nel verde dell’ortoalto di beeozanam per ammirare le opere d'arte realizzate da Tellas e Giulio Vesprini e assistere alla performance dell’artista BR1.


SAT è un progetto dell’Associazione Culturale Pigmenti e intende raccontare l'evoluzione delle opere di strada e la storia degli artisti che le hanno realizzate. Si tratta di un’esperienza urbana rivolta sia agli amanti sia ai neofiti del muralismo.


Costo: 10 euro

Posti limitati, max 15 persone

Per info: streetartourtorino@gmail.com

PRENOTA!


19:00 | musica live/dj set + Aperitivo beepop // Fonderie Ozanam


Ti aspettiamo!!! ♡


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -


ISCRIZIONI

Vai alla pagina degli eventi e iscriviti!



SICUREZZA

Saranno garantite le norme di sicurezza previste dalle disposizioni correnti.





1,228 views